Sinfonica

Brunello Doni – Bologna Festival 12 Maggio 2022


Non profit banner

IMG-20200729-WA0003

MATISSE
Brunello è certamente  ..
… una delle eccellenze del panorama violoncellistico internazionale a partire dal suo successo al Concorso internazionale Čajkovskij   del 1986. Il suo violoncellismo è più rivolto all’analisi approfondita dei brani eseguiti che all’esecuzione virtuosistica (a differenza – per fare un esempio – da Isserlis). Il suo interesse, recentemente, si è rivolto al violoncello piccolo che secondo Brunello meglio riflette lo spirito di molte composizioni del 6-700 (a partire da Bach). “Lo strumento  non è – chiarisce il musicista veneto – lo stesso per cui Bach scrisse la sesta delle sue Suite: quello è a cinque corde, più diffuso; questo ne ha quattro e si potrebbe dire, in pratica, un violino grande, un violino “tenore”. Del violino, infatti, ha la stessa accordatura, ma un’ottava più bassa”.  Con molta franchezza debbo dire che ascoltandolo a occhi chiusi mi parrebbe di ascoltare un normale violoncello ma soltanto un ascolto comparativo permetterebbe di percepirne le differenze. Ovviamente essendo la tastiera più corta questo permette all’esecutore un maggiore virtuosismo che però nel caso d Brunello non è il suo carattere distintivo anche se le sue esecuzioni sono tecnicamente perfette.  I brani eseguiti nel concerto appartengono tutti al periodo barocco (anche quello di Moretto che richiede un complesso finale tecnico basato sul capotasto nella parte superiore  finale della tastiera.). Va sottolineata la capacità di Brunello di estrarre dallo strumento un suono perfetto ma anche di intensità tale da potere essere ben percepito anche dalla seconda  metà della platea. Gli strumentisti dell’Accademia dell’Annunciata diretta da Riccardo Doni sono un ottimo complesso barocco che ha assecondato perfettamente lo strumento solista dando luogo a un concerto molto godibile e che è stato salutato da prolungati applausi.
 
Happy
Happy
Programma
Giuseppe Tartini Concerto in la maggiore per violoncello piccolo, archi e b.c. 
Antonio Vandini Concerto in re maggiore per violoncello piccolo, archi e b.c.             
Vanni Moretto “L’antro dell’orco” per violoncello piccolo, archi e clavicembalo scherzo musicale liberamente tratto da “L’arte dell’arco” di Tartini  
Giulio Meneghini Concertone III in do maggiore per archi e b.c. da “Le prime sei Sonate della prima opera del Tartini Giuseppe tradotte in Concertoni a 4 parti reali per accademia da Giulio Meneghini” (trascr. Marco Doni)
Ottorino Respighi Pastorale per violoncello piccolo, archi e b.c. dalla “Sonata Pastorale” di Tartini
Giuseppe Tartini Concerto in re maggiore per violoncello piccolo, archi e b.c.
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail..
————————————————————————————————————————————————————————
Brunello is one of the excellences of the international cellist scenario since his success at the Tchaikovsky International Competition in 1986. His cellism is more aimed at the in-depth analysis of the pieces performed than at the virtuosic performance (unlike – to give an example – Isserlis). His interest, recently, has turned to the small cello (violoncello piccolo) that according to Brunello best reflects the spirit of many compositions of the 6-700 (starting with Bach). “The instrument is not – explains the Venetian musician – the same for which Bach wrote the sixth of his Suite which is five-stringed; this one has four strings and one could say, in practice, that is a large violin, a “tenor” violin. Of the violin, in fact, it has the same tuning, but at a lower octave”.  Very frankly I must say that listening to it with my eyes closed it would seem to me to listen to a normal cello but only a comparative listening would allow me to perceive its differences. Obviously being shorter the  keyboard this allows the performer a greater virtuosity but in the case of Brunello this is not his distinctive character although  his executions are technically perfect.  All pieces performed in the concert belong to the Baroque period (even that of Moretto which requires a technically complex final based on the “capotasto” at the top end of the keyboard.). It should be emphasized the ability of Brunello to extract from the instrument a perfect sound but also of such intensity that it can be well perceived even by the second half of the stalls. The instrumentalists of the Accademia dell’Annunciata directed by Riccardo Doni are an excellent baroque ensemble that perfectly supported the solo instrument attaining a very enjoyable concert and that was greeted by prolonged applause.
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail message whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility.
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per conoscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!

Standard

Chi legge un post o scrive un commento si iscriva (se non è già iscritto). L'iscrizione NON comporta nulla ma il numero degli iscritti è l'unica gratificazione per la gestione del blog)Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.