Sinfonica

Ariadne auf Naxos – La Scala Milano 15 Aprile 2022


Non profit banner
Non profit bannerSclerosi

IMG-20200729-WA0003

MATISSE
 
Ogni volta ..
… .che assisto alla Ariadne auf Naxos non cesso di stupirmi per l’immaginazione e la fantasia di von Hofmannsthal. Solo da una mente vulcanica, assecondata peraltro dal genio musicale di Strauss. poteva uscire, e con successo, una storia così strampalata. In breve in  un castello il signore pretende, per motivi di tempo, che due rappresentazioni, una seria, appunto Arianna, e una di guitti, che avrebbe dovuto seguire, siano fuse in un’unica storia. Naturalmente il tutto dà luogo a una serie di contrattempi e proteste in parte sedate dalla maliziosità di Zerbinetta, la show girl dei guitti, che seduce il compositore. Ma l’epitome della storia è il finale in cui Arianna, che invoca la morte in un finale teoricamente tragico, incontra invece Bacco che simboleggia la rinascita alla vita.
Ariadne Scala 2022 2
Opera difficilissima da mettere in scena, non solo per la partitura ardua delle voci, ma anche per la necessità di amalgamare due vicende così differenti senza farle sembrare disgiunte. Molto di tutto questo è affidato dalle due primedonne: Arianna, con la sua tragicità ma soprattutto alla maliziosità e alla gioia di vivere di Zerbinetta per la quale “ogni nuovo amante è un Dio”. E proprio in questo consiste la difficoltà della parte che al di là delle doti canore richiede anche una presenza scenica piena di allusioni e sottintesi da consumata attrice. Non sempre viene raggiunto un buon risultato. Ad esempio nella rappresentazione bolognese del 20 Marzo 2022  il risultato è stato discutibile. Nel caso attuale della Scala l’allestimento è quello di Sven-Eric Bechtolf per il Festival di Salisburgo (ripreso poi dalla Staatsoper di Vienna) che si dipana in raffinati ambienti novecenteschi dove si intrecciano realismo, ironia e impostazione mitologica.

Ariadne Scala 2022 3

Va lodata, nella messa in scena della Scala, la buona fusione dei due intrecci, in cui la compagnia di guitti entra in scena per consolare Arianna senza quella cesura che si riscontra nella maggior parte delle regie. Anche perchè la scena (in cui Arianna si dispera fra pianoforti devastati) è di fatto il backstage (o se si preferisce la scena vera e propria di un teatro di cui le poltrone, sono collocate in modo digradante) è quella della rappresentazione per i convitati del castello, con l’unica difficoltà che i cantanti (o gli attori) dovrebbero dare le spalle alla platea della Scala mentre – ovviamente – guardano la platea stessa. Ma l’artificio funziona così come è consona allo spirito dell’opera la prima scena, la sala del castello, dove i vari personaggi si intrecciano e si scontrano in una indaffarata preparazione.

Ariadne Scala 2022 1

Come previsto nella stesura originale la parte del Komponist (vocabolo maschile in tedesco) è sostenuta da una cantante (nella prima rappresentazione la cantante fu la grandissima Lotte Lehman).  Il significato di tutto questo mi è sempre rimasto oscuro (anche perchè in molte messe in scena il compositore è appunto impersonato da un uomo) a meno che non sia una allusione a un potenziale controtenore. Ma non ne sono affatto certo.  Nella “prima” dell’opera alla Scala quanto alle voci non condivido di certo le lodi sperticate a Krassimira Stoyanova che, pur nella qualità della emissione, non ha avuto nè quello spessore drammatico che il personaggio richiede nel secondo atto nè l’aspetto caricaturale nel primo.  Sarebbe stata più adatta una soprano con una intensità vocale maggiore. Quanto a Zerbinetta, la seconda protagonista dell’opera, pur avendo delle ottime qualità vocali è mancata quella maliziosità allusiva che ne fa un personaggio assolutamente unico. Sempre nella “prima” il personaggio di Bacco, impersonato da Gregor Bloéb, non è stato sempre all’altezza della parte, con alcune difficoltà evidenti nel registro acuto. La parte del Komponist è stata sostenuta da Rachel Frenkel al posto della annunciata Sophie Koch che insieme agli altri cantanti è stata protagonista di una prestazione di buon livello, così come quella del direttore Boder. Successo di pubblico: mi sono però ripromesso – se possibile – di assistere a un’altra serata di questa opera che è un vero capolavoro per affinare le mie opinioni.

Happy

Sad

Direttore Michael Boder
Regia Sven-Eric Bechtolf
Scene Rolf Glittenberg
Costumi Marianne Glittenberg
Luci Jürgen Hoffmann

CAST

Der Haushofmeister Gregor Bloéb
Ein Musiklehrer Markus Werba
Der Komponist Sophie Koch
Der Tenor/Bacchus Stephen Gould
Ein Offizier Hyun-Seo Davide Park
Ein Tanzmeister Norbert Ernst
Ein Perückenmacher Paul Grant
Ein Lakai Sung-Hwan Damien Park
Zerbinetta Erin Morley
Primadonna/Ariadne Krassimira Stoyanova
Arlecchino Samuel Hasselhorn
Scaramuccio Jinxu Xiahou
Truffaldin Jongmin Park
Brighella Pavel Kolgatin
Najade Caterina Sala
Dryade Rachel Frenkel
Echo Olga Bezsmertna
 
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail..
————————————————————————————————————————————————————————
At last!.. It
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail message whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility.
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per conoscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail..
————————————————————————————————————————————————————————

Standard

Una risposta a "Ariadne auf Naxos – La Scala Milano 15 Aprile 2022"

  1. Carlo Borghi ha detto:

    Si, si, si, bellissima, divertentissima creazione di Hofmannsthal-Strauss !!!
    (Peccato che sia così difficile trovare una buona-ottima rappresentazione)

    "Mi piace"

Chi legge un post o scrive un commento si iscriva (se non è già iscritto). L'iscrizione NON comporta nulla ma il numero degli iscritti è l'unica gratificazione per la gestione del blog)Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.