Sinfonica

Les Paladins / Piau – – Bologna Musica Insieme 25 Ottobre 2021

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

IMG-20200729-WA0003

MATISSE
 
Come è nella sua tradizione ..
... Musica Insieme inizia la stagione con un concerto basato su un ensemble, francese questa volta: una soprano e un sestetto di strumenti barocchi (2 violini,  viola, violoncello, contrabbasso  tiorba/chitarra – tutti con archetto barocco e viola e violoncello con impugnatura  barocca) il cui nome discende da un’allora famosa opera di Jean Philippe Rameau. In questo concerto la formazione presenta tutte musiche di Georg Friederich Händel (vocali e strumentali ), un compositore nato ad Halle nel ducato di Magdeburgo in Sassonia nello stesso anno di Bach e di Scarlatti, che visse a lungo a Londra diventando cittadino inglese e dove godette di una meritata fama. La sua vicenda personale è interessante e nota: di carattere “fumantino” è rimasto famoso il suo duello con il compositore Johann Mattheson autore di un’opera, Cleopatra, oggi non più rappresentata (come moltissime del repertorio barocco): un diverbio causato dalla pretesa di entrambi di suonare il cembalo durante l’opera. Dopo una sorta di lotta libera sul palcoscenico sul quale  si rotolarono (con grande godimento del pubblico e dei cantanti), alla fine dello spettacolo nella piazza del mercato londinese  Händel fu schiaffeggiato da Mattheson e i due misero  mano alla spada. La spada di Mattheson, diretta al cuore del compositore tedesco, si spezzò fortunatamente contro un bottone della giubba. Poi seguì opportuna riconciliazione e una lunga amicizia.  E’ sterminata la produzione Händeliana: opere, concerti, cantate, oratori etc.  Nel programma della serata sono state alternate arie vocali e brani strumentali. Purtroppo – come sempre succede – un piccolo ensemble barocco non produce un volume di suono sufficiente per un grande auditorio come il Manzoni e quindi i brani strumentali ne hanno risentito parecchio.  Quanto al soprano Sandrine Piau la valutazione è duplice. Dotata di una bella voce fornisce un’ottima prestazione nelle arie cantabili e ha anche una significativa agilità, così importante nello spesso impervio repertorio barocco. Purtroppo nei passaggi di agilità la voce perde parecchio del suo timbro diventando metallica e – negli acuti  sforzata. Naturalmente – come sempre con il barocco “che va giù facile” – ottimo successo di pubblico e due bis. Peccato che il secondo sia stato una ripetizione musicale della famosa aria “Lascia ch’io pianga” che farebbe pensare a un repertorio vocale molto ristretto. (Secondo A.Spano sono invece due arie diverse). Comunque – come ha sottolineato la presidente – l’importante è stato ricominciare…..
(Giovanni Neri – 75)
HappySad
Programma
Georg Friedrich Händel
Da Ariodante: Ouverture et Marche
Da Lotario, Air d’Adelaide: “Scherza in mar la navicella”
Da Giulio Cesare in Egitto, Récitatif: “E pur così in un giorno”
Da Giulio Cesare in Egitto, Air de Cléopatre: “Piangerò la sorte mia”
Concerto grosso in la minore op. 6 n. 4
Da Alcina, Air de Morgana: “Credete al mio dolore”
Sonata in sol maggiore op. 5 n. 4
Da Rinaldo, Air: “Il Vostro Maggio de beiverdi”
Da Alcina, Air de Morgana: “Tornami a vagheggiar”
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail..

_________________________________________________________________________________________________________

As it is in its tradition ..
.. Musica Insieme begins its season with a concert based on an ensemble, French this time: a soprano and a sextet of baroque instruments (2 violins, viola, cello, tiorba, double bass/guitar – all with baroque bows and viola and cello with baroque handle) whose name comes from a then famous opera by Jean Philippe Rameau. In this concert the ensemble played only music by Georg Friederich Händel (vocals and instrumentals), a composer born in Halle in the Duchy of Magdeburg in Saxony in the same year of Bach and Scarlatti, who lived for a long time in London becoming an English citizen and where he enjoyed a well-deserved fame. His personal story is interesting and well-known: his duel with the composer Johann Mattheson, author of an opera, Cleopatra, today no longer represented (like many of the Baroque repertoire) is famous: a quarrel caused by the request of both to play the harpsichord during the opera. After a sort of free struggle on the stage on which they rolled (to the great enjoyment of the audience and the singers), at the end of the opera in London’s market square Handel was slapped in the face by Mattheson and the two put their hands to the swords. Mattheson’s sword, directed at the heart of the German composer, fortunately was stopped by a button on his jacket. Then followed appropriate reconciliation and a long friendship.  Händel’s production is endless: operas, concerts, cantatas, oratorys etc.  In the program of the evening there were alternated vocal arias and instrumental pieces. Unfortunately – as it always happens – a small baroque ensemble does not produce a sufficient volume of sound for a large auditorium like Manzoni and therefore the instrumental pieces have suffered a lot.  As for the soprano Sandrine Piau, the evaluation is twofold. Endowed with a beautiful voice she provides an excellent performance in the “cantabile” arias and also has a significant agility, so important in the often impervious baroque repertoire. Unfortunately in the passages of agility the voice loses a lot of its timbre becoming metallic and – in the treble – strained. Of course – as always with the baroque “that goes down easy” – excellent success with the public and two encores. Too bad that the second was a repetition of the famous aria “Lascia ch’io pianga” which would suggest a very restricted vocal repertoire. However – as the president pointed out – the important thing was to start again …..
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail message whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility.
 
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per conoscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!

Standard

2 risposte a "Les Paladins / Piau – – Bologna Musica Insieme 25 Ottobre 2021"

Chi legge un post o scrive un commento si iscriva (se non è già iscritto). L'iscrizione NON comporta nulla ma il numero degli iscritti è l'unica gratificazione per la gestione del blog)Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.