Cameristica

Bevilacqua Gad Crema – Talenti Bologna Festival 30 Giugno 2020

Non profit bannerNon profit bannerSclerosi

  

“Chapeau!”  ..Chapeau!”..

… La violinista Bevilacqua è sicuramente un giovane talento destinato a una grande carriera. Assomma a una tecnica raffinatissima (non una intonazione incerta!) una capacità interpretativa non comune. Nel corso del concerto, con un programma impegnativo (anche se forse due sonate di Mozart sono un po’ troppo) ha offerto una prestazione di grande valore seppure in un contesto all’aperto dove alcuni “pianissimi” (ad esempio alla fine del primo tempo della sonata di Janáček) si sono persi. E’questa l’esecuzione complessivamente un po’ meno riuscita dove lo spirito segnatamente slavo e improvvisativo del violino non ha avuto il risalto dovuto. Una prestazione globalmente senza nessun atteggiamento muscolare ed esibizionistico cui purtroppo siamo troppo spesso abituati (nessun Paganini, tanto per intenderci) ma in primo piano musicalità e stile. Ovviamente ci sono margini di miglioramento ma è certamente inconsueto riscontrare in un’artista di quell’età un tale livello di maturazione e – fatto assolutamente non secondario – di sicurezza. In questo contesto non ha certo sfigurato il pianismo di Gad Crema che ha saputo sostenere e integrare la prestazione della Bevilacqua con notevole capacità. Forse in qualche momento, soprattutto dato il contesto, ha ecceduto nella sonorità “coprendo” il violino. Ma il duo nel suo complesso è risultato di eccellente qualità. E a riprova del raffinato gusto musicale i due brani di Gershwin (nell’arrangiamento di Jascha Heifetz  – di cui si diceva che “esistono grandi violinisti e poi Jascha Heifetz”) hanno inserito un tocco di modernità mantenendo però lo stile classico del concerto. Nessun bis.
 (Giovanni Neri – 74)
A coloro che leggono il blog chiederei cortesemente la registrazione (che non comporta nulla). Così facendo riceveranno un e-mail tutte le volte che un nuovo post è pubblicato.
PS Un “blogger” non è un oracolo e commette inevitabilmente errori (il minimo possibile..). Ricevo spesso “correzioni” non sempre fondamentali e non sempre precise. Così come io mi sottopongo al giudizio altrui con nome e cognome così chi vorrà avere la bontà di segnalarmi eventuali errori o imprecisioni dovrà farlo unicamente mandando un commento: a ognuno la propria responsabilità. In base alla nuova normativa chi si fosse iscritto e desidera de-iscriversi è sufficiente che mi invii un messaggio e-mail.

…The violinist Bevilacqua is definitely a young talent with a future of a great career. She adds to a very refined technique (not a single uncertain intonation!) an uncommon interpretive sensibility. During the concert, with a demanding program (although perhaps two Mozart’s sonatas are a bit too much) she offered a performance of great value albeit in an outdoor context where some “planissimi” (i.e. at the end of the first mouvement of Janáček’s sonata) were lost. Overall this was a little less successful execution where the particularly  improvisational slaivc spirit of the violin did not have the due prominence. An overall performance however without any muscular and exhibitionist attitude which unfortunately we are too often accustomed to (no Paganini, so to speak) but based on musicality and style. Of course there is room for improvement but it is certainly unusual to find in an artist of that age such a level of maturity and – absolutely not secondary element- of self confidence. In this context it has certainly not disfigured the pianist Gad Crema that was able to support and integrate the performance of Bevilacqua with considerable ability. Perhaps at some point, especially given the context, he overpowered  the piano sound “covering” the violin. But the duo as a whole was  of excellent quality. And as proof of the very refined musical taste, Gershwin’s two songs (in Jascha Heifetz’s arrangement – of whom it was said that “there are great violinists and then Jascha Heifetz”) have added a touch of modernity while maintaining the classical style of the concert. No encores.
 (Giovanni Neri – 74
PS I would kindly ask the readers of this blog to  register  (which implies nothing) which can be easily made  by “clicking” the black square above each post. By so doing they will receive an e-mail whenever a new post is published.
PS A “blogger” is not an oracle and inevitably makes errors (the minimum possible..). I often receive “corrections” not always fundamental and not always accurate. Just as I submit myself to the judgement of others with the name and surname so those who want to have the goodness to report errors or inaccuracies will have to do so only by sending a comment: everyone has his own responsibility. 

Programma
Wolfgang Amadeus Mozart Sonata in sol maggiore per violino e pianoforte K.301
Leos Janáček Sonata per violino e pianoforte
Wolfgang Amadeus Mozart Sonata per violino e pianoforte K.304
Claude Debussy Sonata in sol minore per violino e pianoforte
George Gershwin (arr. di Heifetz) Summertime, It ain’t necessarily so
For a list of the previous posts of this blog click on the blue circle
Per un elenco aggiornato di tutti i precedenti  posts di questo blog con i corrispondenti links
Blog
Per iscriversi a Kurvenal e ricevere un messaggio email ogni volta che un nuovo post è pubblicato “clikkare” sul cerchio rosso per cooscere la modalità

NB Poichè qualcuno ha avuto difficoltà nell’iscrizione il filmato è stato aggiornato per renderlo più comprensibile!!!!

Blogposts translations are available!
 Apology:  in some cases (i.e. german) the automatic translation can be totally meaningless. 
Website Translation Widget
With Windows PC just select in the right box your language and then activate “traduci” or “translate“: the  posts are (often very, very, very  badly) automatically translated (Google translator).
Leggete anche i commenti ai posts selezionando il bottone “commenti” sulla sinistra del post. Talvolta sono persino più interessanti del post stesso!!! 
PS  Vorrei ringraziare tutti coloro che inseriscono commenti  ai posts utilizzando l’opzione “Lascia un commento”  (o “commenti” se ne sono già stati inseriti) prevista nella sezione sinistra (o prima del testo per schermi ridotti come i tablets) dei posts stessi affinchè tutti possano leggerli.  Il dibattito è sempre interessante per tutti…..grazie (è indispensabile lasciare nome e cognome – i commenti anonimi non saranno pubblicati)!!
Standard

2 risposte a "Bevilacqua Gad Crema – Talenti Bologna Festival 30 Giugno 2020"

  1. Italo Bicchierri ha detto:

    i brani di Gershwin li ho considerati bis, in mancanza di veri fuori programma . Ho piu’ apprezzato la magica atmosfera della Sonata di Debussy nella sera d’estate rispetto a Mozart . Se un appunto si puo’ fare al bel Concerto e’ la scelta di un programma il cui fil rouge non ho saputo cogliere ( Se pure deve esserci )

    "Mi piace"

Lasciate un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.